Cellulari e telefoni per anziani quali scegliere

I giovani vanno alla ricerca di cellulari e telefoni che possano essere trendy e al passo con l’ultima tecnologica di settore, non è lo stesso per gli anziani. Quello che conta, per le persone della terza età, è che riescano ad utilizzare l’apparecchio telefonico nella maniera più immediata possibile.

Il fatto che una persona anziana possa gestire in autonomia i propri contatti, le proprie relazioni a distanza, ma anche eventuali richieste di soccorso o assistenza è molto importante.

I cellulari e i telefoni permettono alle persone anziane di sentirsi ancora parte di una rete di rapporti ed è fondamentale questo, al fine di scongiurare l’insorgere di un sentimento di abbandono o di un malessere perché si avverte solitudine.

Cerchiamo ora di capire come scegliere i migliori cellulari e telefoni per anziani. Esistono delle caratteristiche che distinguono gli apparecchi telefonici destinati proprio a questa fascia di mercato, così specifica che richiede risposte a determinate esigenze.

Innanzitutto in commercio esistono diverse varietà di prodotti adatti alla terza età. Molte sono le aziende di telefonica che creano appositi modelli, al fine di agevolarne l’utilizzo proprio agli anziani.

Infatti, il fattore primario da considerare è dato dalla semplicità di utilizzo. I cellulari e i telefoni per gli anziani hanno un display più grande del normale. In questo modo, la persona può vedere meglio quanto scritto sul video, è capace di scegliere in maniera più chiara tra le varie azioni possibili, non ha problemi, considerando che la vista non è ottimale.

Oltre al display più grande, anche i tasti dovrebbero essere più ampi. Questo sempre per offrire una migliore vista ma anche perché spesso le dita delle persone anziane sono gonfie o non godono di una articolazione ottimale.

Così, onde evitare di premere i tasti sbagliati, se questi sono grandi è più immediato riuscire a scrivere o comporre i numeri che l’anziano desidera.

Spesso poi i tasti possono essere abbinati anche ad un segnalatore acustico o addirittura vocale, al fine di dare conferma circa quanto premuto, sempre nell’ottica di una persona anziana con carenze visive.

Sono importanti poi i tasti di selezione rapida. Questi ultimi permettono di essere associati a numeri di persone care e vicine oppure numeri di assistenza, al fine di accorciare le tempistiche e la digitazione per rintracciare tali persone.

Molto importante, nei cellulari e nei telefoni per gli anziani, è la presenza del tasto di SOS. Premendo questo, parte una chiamata verso un numero memorizzato che può offrire una reazione ed una assistenza immediata.

Alla chiamata poi è associato un messaggio registrato, in cui si forniscono le indicazioni per poter individuare la persona anziana, in genere nome, cognome, indirizzo di casa ed eventuali informazioni aggiuntive circa una malattia di cui si soffre.

Il tasto di SOS permette quindi di aiutare la persona anziana, quando quest’ultima si trovi in uno stato di pericolo, confusionale e non riesca nemmeno a parlare ma sia in grado di chiedere aiuto.

Infine il volume dei cellulari e telefoni per anziani, è generalmente potenziato, così come tutti gli allarmi acustici come sveglie e ricezione di sms o altro.

Precedente Gli anziani e i disturbi della deambulazione Successivo Come affrontare il declino cognitivo