Come invecchiare felicemente

Tutti invecchiamo ma dipende da come ciò avviene. E’ possibile invecchiare felicemente se si seguono alcune indicazioni basilari ma fondamentali.

Al momento, riuscire a bere l’elisir di lunga vita rimane un’utopia, per quanti passi avanti possano aver compiuto gli studi di medicina e quelli scientifici in generale, siamo destinati a vivere una trasformazione del corpo e del cervello che è inevitabile.

Allora tanto vale riuscire ad affrontare i nostri cambiamenti nel migliore dei modi. Esiste la maniera per cui ciò possa avvenire e tutti possiamo metterla in atto.

Innanzitutto occorre condurre una vita sana. Questo ha molteplici significati. Si inizia dall’alimentazione che è fondamentale sia per il corpo che per la mente.

La dieta deve essere ricca di alimenti naturali come frutta e verdura, di omega-3 e tutti i nutrienti che sono anche antiossidanti.

Occorre limitare l’assunzione di grassi saturi, di alcol e di quegli alimenti che appesantiscono il metabolismo e potrebbero anche contribuire ad aumentare il colesterolo. Ad una dieta equilibrata si associa un’attività fisica costante e regolare.

Questo si può concretizzare con una passeggiata quotidiana o con salire e scendere le scale, senza prendere l’ascensore, oppure con un vero sport da praticare in palestra o all’aperto, almeno due volte alla settimana. Mantenere allenati i propri muscoli è importante per migliorare la propria longevità ed allontanare lo stress.

Quest’ultimo infatti è un fattore determinante per invecchiare felicemente. Eliminare lo stress è importante, al fine di poter condurre un’esistenza serena e in salute.

Se una persona anziana, soprattutto, è stressata allora mette a rischio la propria salute fisica e mentale. A ciò si lega un discorso sul sonno. Dormire è sempre necessario e determinante per poter vivere bene, ma lo è ancor di più in età avanzata.

Un riposo che sia distensivo e rigenerante permette ai muscoli di rilassarsi e riprendere energie, aiuta la mente a riattivare le proprie cellule e ad immagazzinare nuove informazioni, sostiene la capacità di apprendimento e la memoria. Tutti fattori questi che permettono di invecchiare felicemente, senza subire troppo in negativo il normale decadimento del corpo e delle facoltà intellettive, dovuto all’età.

Altra attività per mantenersi longevi e felici è data dal gioco, ogni tipo di gioco che possa coinvolgere la mente. Si parla allora di cruciverba, scacchi, dama, carte, sudoku, rebus, etc; tutto ciò che coinvolge la necessità di concentrazione, come anche la lettura e la scrittura, è da considerare utile per invecchiare in maniera serena e positiva.

Ancora meglio si rivela poi se tali giochi o momenti di riflessione possono essere condivisi e quindi contribuiscono a concretizzare un momento di socialità.

La condivisione, con amici e parenti, è senza dubbio uno dei fattori che aiuta ad invecchiare più felicemente, allevia le preoccupazioni, i pensieri, le paure e lo stress.

Divertirsi e stare in compagnia sono fattori molto importanti e migliorano anche la qualità del riposo.

Al giorno d’oggi possono entrare in gioco anche i social, non sentirsi esclusi dalla tecnologia intesa come rete di relazioni, seppur virtuali, in alcuni casi può essere utile, quando ad esempio la persona anziana non può muoversi dal letto o tende ad isolarsi.

Precedente Recensione Yamaha MX 49/61/88 Successivo Software per la logistica: cosa fa e quali problemi risolve?