Cos’è il circolo delle quinte?

Il circolo delle quinte è un grafico che descrive l’insieme delle 12 tonalità, disposte circolarmente. Viene anche chiamato “circolo delle tonalità” e, all’interno del grafico si trovano 7 tonalità “diesate”, 7 tonalità “bemollizzate” ed 1 tonalità priva di diesis o bemolle in chiave.

Per ulteriori approfondimenti si vedano anche Le scale al pianoforte e Le tonalità.

Analogamente esistono quindici tonalità minori o relative. Ad esempio le tonalità di La minore e di Do maggiore sono reciprocamente relative ed infatti utilizzano la stessa scala che non ha alterazioni.

Stessa cosa vale per la tonalità di Re maggiore e di Si minore che sono reciprocamente relative e infatti condividono due diesis in chiave.

In tale schema, partendo dal Do, i diesis aumentano in senso orario mentre i bemolli in senso antiorario.

circolo delle quinte

In altre parole lo schema ci permette di individuare “al volo” alcune cose ed è importante memorizzarlo bene al fine di avere un rapido riferimento.

Ad esempio, il grafico parte dalla tonalità Do maggiore (e ci mostra che in questa tonalità non vi sono note alterate con diesis o bemolle).

Proseguendo in senso orario notiamo che alla tonalità di Do maggiore segue la tonalità di Sol maggiore la quale ha un solo diesis in chiave (il Fa#). Proseguendo ancora troviamo la tonalità di Re maggiore che ha 2 diesis in chiave (il Do# ed il Fa#) e via discorrendo.

Vi sono poi 3 tonalità che vengono definite enarmoniche (si trovano nella parte inferiore del grafico e sono cerchiate con tre colori). Suddette tonalità sono identiche, utilizzano i medesimi gradi della scala ma posseggono nomi differenti:

  • Tonalità di Do# maggiore e Reb maggiore
  • Tonalità di Fa# maggiore e Solb maggiore
  • Tonalità di Si maggiore e Dob maggiore

Assieme a queste 3 tonalità si devono considerare anche le relative minori di ciascuna.

Un altra cosa evidenziata nello schema è che procedendo in senso orario si effettua, di volta in volta, un balzo di quinta (Do -> Sol | Sol -> Re ecc.)

NOTA: In senso orario ogni nota è adiacente alla sua dominante mentre in senso antiorario alla sua sottodominante (nel caso di Do, il Fa è la sottodominante mentre il Sol è la dominante).

NOTA: Ogni volta che si passa di quinta in quinta si aggiunge un # alla settima della quinta trovata.

Procedendo nei due sensi di dodici passi si raggiunge nuovamente la tonalità da cui si è partiti.

Qui sotto puoi visualizzare un video che ti spiega in modo chiaro e semplice il funzionamento del “circolo delle quinte” realizzato da Silvia, nostra collaboratrice!

https://youtu.be/GKzq1vbbLLM
Precedente La musica delle emozioni Successivo Anziani ed alimentazione d’ estate e d’ inverno