Curiosità sul gioco degli scacchi

Il gioco degli scacchi affascina e coinvolge da secoli l’essere umano. Negli ultimi anni, anche grazie alla diffusione di internet, dei computer e degli smartphone si è assistito ad una sorta di rinascita del nobil gioco.

Siti come lichess.org permettono a tutti di imparare a giocare a scacchi attraverso guide e tutorial ma anche mediante sfide con avversari umani che il sistema seleziona in automatico basandosi sul livello del giocatore e sullo storico delle sue partite giocate.

Il sito consente anche di migliorare le proprie competenze scacchistiche nel caso in cui il giocatore si trovi ad un livello medio o avanzato. E’ anche possibile rivedere le proprie partite e ri-analizzarle anche attraverso un’analisi automatica effettuata dal sistema che basa il proprio motore scacchistico sul famoso software Stockfish.

Il sito, infine, offre la possibilità di osservare, in tempo reale, altri giocatori di tutti i livelli che si cimentano in competizioni amatoriali. E’anche possibile scegliere di giocare con pezzi neri, con quelli bianchi, oppure lasciare che il sistema scelga in modo random al posto nostro.

Qui sotto riportiamo due curiosità inerenti il gioco degli scacchi.

La partita a scacchi più breve in assoluto

Il matto di Legal

Si tratta di una delle più spettacolari combinazioni di scacco matto. Dopo poche mosse il bianco effettua una mossa di dubbia efficacia, il nero non ne approfitta e preferisce prendere la Donna avversaria compromettendo irreparabilmente la partita!

Una scacchiera può essere un bellissimo regalo di compleanno sia per chi ama questo gioco ma anche un sobrio e raffnato oggetto d’arredamento.

Precedente L’importanza degli anziani nella nostra società Successivo Prevenire le lesioni da decubito