Donne e musica

Sapevate che il mondo della musica non è stato sempre “permesso” alle donne? Già, proprio così! Nel ‘600 le possibilità che una donna potesse affermarsi nel mondo della musica erano quasi impossibili, specialmente se si apparteneva ad una famiglia borghese e non ricca.

La musica era considerata uno strumento di perdizione, quindi era impossibile esercitare il “mestiere di musicista”, a tal punto, che un divieto papale impediva alle donne qualsiasi attività in tal senso.

Ripercorrere il percorso delle donne nell’esistenza umana rende chiaro quali limiti ed imposizioni abbiamo dovuto abbattere per poter essere quelle che siamo oggi, e allo stesso tempo, possiamo meglio comprendere che godere della libertà è una cosa straordinaria.

Pensate, che in quel secolo anche le letture erano vigilate perchè le fanciulle erano ritenute prive di capacità intellettive e quindi erano ritenute facilmente “contaminabili” da letture non appropriate.

Precedente Consigli per chi soffre di depressione Successivo Come guarire l'herpes zoster in maniera naturale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.