Monete rare che possono valere una fortuna

In circolazione esistono alcune monete che possono valere una fortuna! Parliamo di monete in euro ma anche di vecchie lire. Spesso accade che queste monete vengono coniate con degli errori di “stampa” oppure che vengano semplicemente coniate con una tiratura limitata e di conseguenza ne lievita il loro valore commerciale.

Monete in euro rare

Tra le monete in euro più rare troviamo le seguenti:

Moneta da 2 euro raffigurante Grace Kelly (Monaco 2007) il cui valore può andare dai 1000,00 ai 3000,00 euro.

Il centesimo che vale 2500,00 euro

Nel caso d’attualità che riguarda le monete, l’errore è un conio con valore facciale da 1 centesimo ma con il diametro e l’immagine al dritto della moneta da 2 centesimi (la Mole antonelliana di Torino), anziché l’immagine di Castel del Monte (in Puglia) che dovrebbe essere su tutte le monetine da 1 centesimo.

Monete in Lire

Tra le monete rare in lire oltre a ’46 e ’47 le uniche degne di nota in qualsiasi conservazione sono le 5 lire del 1956, le 2 lire del 1958 e le 50 lire del 1958.

Rarissime le 100 lire con la scritta “Minerva Prova” ed una di queste monete, del genere “fior di conio” (praticamente mai usata), può valere anche 500 euro.

Interessantissime le 5 lire “Timone” del 1956, ne furono coniate soltanto 400.000 in quell’anno ed in fior di conio possono valere anche 1.700 euro.

Il top rimane sempre il 500 lire “bandiere rovesciate”. Le 500 lire in argento del 1957, invece, dal nome “Prova 3 caravelle” hanno un valore che può arrivare fino a 5000,00 euro.

Spostandoci in tempi più recenti troviamo le 100 lire del 1993 con la “testa piccola” che sono abbastanza rare.

Una moneta rara può essere un regalo molto apprezzato da chi ama il mondo della numismatica.

Precedente Diabete nell’anziano Successivo L’importanza degli anziani nella nostra società