Piaghe e Ulcere cutanee

Nell’anziano le piaghe possono rappresentare un serio problema poichè, a causa della degenerazione dei tessuti, la cicatrizzazione delle ulcere cutanee può essere molto difficoltosa e può richiedere parecchio tempo.

Vi sono varie cause che portano alla formazione di piaghe, in particolare:

Piaghe da decubito (o lesioni da decubito): si formano in genere nelle zone soggette a maggior compressione della cute a seguito di prolungato allettamento ad esempio: sulla nuca, sui talloni, nell’osso sacro, sulle anche e dietro le scapole. Per prevenire queste piaghe occorre cambiare frequentemente la posizione a letto del paziente (ogni 2 ore circa) e si possono utilizzare appositi materassi antidecubito e altri ausili.

Altre piaghe possono essere causate da problemi alla circolazione venosa delle gambe e insorgono a seguito di piccoli traumi. Spesso sono accompagnate da gambe ingrossate e gonfie.

Se la causa è la circolazione arteriosa insufficiente o nell’aterosclerosi grave, oppure ancora nelle persone affette da diabete, le piaghe tendono ad insorgere alle estremità.

Possono insorgere piaghe anche a seguito di neuropatie come, ad esempio, nei pazienti diabetici da molti anni che sviluppano un danneggiamento ai nervi delle gambe con relativa insensibilità alle estremità, in concomitanza ad una pelle fragile e deformità dei piedi. Questi deficit possono portare alla nascita di ferite che si ingrandiscono senza guarire (anche senza provocare dolore) ma che possono evolvere in gangrena.

In altre parole vi sono diverse cause che possono provocare la formazione di piaghe e nell’anziano fragile è necessario prestare molta attenzione alle ferite ed alle cadute che gli stessi possono procurarsi.

In caso di piaghe importanti che faticano a cicatrizzarsi, sarebbe bene consultare un vulnologo. Il vulnologo è una figura professionale (Chirurgo, Infermiere specializzato in vulnologia) che studia le problematiche diabetologiche, angiologiche e vascolari con particolare attenzione alla formazione e cura di edemi, ulcere cutanee e piaghe.

Ancora una volta notiamo quanto l’anziano possa essere fragile e di quanta attenzione necessiti per condurre una vita sana e serena.

Precedente Leadership: come guadagnare la fiducia dei propri dipendenti in 6 mosse Successivo Glossario dei termini medici per anziani